Adrianca, la Dede ed io abbiamo deciso il programma di viaggio per la nostra avventura con “#aciascunoilsuofrantoio“, l’idea di blogtour autogestito, partorita dalle menti geniali di Silvia, Alessandro e Aurora.

Non è stato facile. Avremmo voluto vedere tutta l’Umbria ma il tempo a disposizione è davvero poco 🙁 Però ecco, se ci fosse qualcuno interessato ad ospitarci per farci conoscere meglio il territorio, beh, noi partiamo eh! 😀

Comunque!

Saremmo volute andare in treno, perché entrambe amiamo il mondo e se possiamo evitare di usare l’auto lo facciamo volentieri (io manco c’ho la patente, per dire), ma purtroppo siamo state poco aiutate e abbiamo dovuto optare per l’auto.

Dico purtroppo perché, a parte il Comune di Assisi e quello di Spoleto (che ringrazio di cuore), non abbiamo trovato altri aiuti per muoverci in Umbria non nei paesi principali, ma in quelli più piccini e magari più distanti. Ma vabbè, se magari torneremo in Umbria, qualcuno ci aiuterà a visitarla anche senza auto… no? 😉

Il fatto divertente è che io sono di Prato, in Toscana e la Dede è di Lugo, provincia di Ravenna. Come faremo quindi ad andare in Umbria? Facile: io la raggiungerò in treno e ci muoveremo in auto partendo da Faenza. Giusto per dire: così si spende di più che ad andare in treno DIRETTE in Umbria (magari la Regione ci può fare un pensierino, dato che un turista senza mezzo proprio è nel perso se vuol visitare la vostra regione!)

Oltre all’ambiente, io tengo al portafoglio. Sono famosa per i viaggi in Europa, per 4 giorni, a meno di 250 euro fra dormire, mangiare e volo.

Ma proseguiamo. Il nostro programma è il seguente:

Partiremo in direzione Assisi in mattinata, per raggiungere il b&b che ci ospiterà: L’agriturismo Malvarina! Claudio e Letizia si sono dimostrati gentilissimi e già non vediamo l’ora di conoscerli.

Pranzeremo a Trevi e poi andremo verso Spoleto dove visiteremo il paese, seguendo la lista del Comune di Spoleto dei “10 monumenti da non perdere“. Cercheremo in particolare:

  • Teatro Romano e Museo Archeologico Statale
  • Cattedrale di Santa Maria Assunta
  • Teodelapio

Dopodiché raggiungeremo Fabbreria e parteciperemo alla degustazione al Frantoio del Poggiolo. 

Una volta finito, ritorneremo ad Assisi e visiteremo, per la gioia delle mie nonne e di tutti quelli che mi hanno detto che Assisi è meravigliosa:

  • La Basilica Superiore
  • La Basilica Inferiore
Si percorrerà via San Francesco e si visiterà il paese. (Innamorandosene, sono certa)

Ceneremo, anche se ancora dobbiamo decidere dove 😛

La Domenica mattina, di buon ora, visiteremo l’ Eremo delle Carceri e se ce la facciamo faremo anche qualche altro giro sempre in zona Assisi.

Ad una certa, poi, tenteremo di tornare verso casa, sperando di non perderci e che non venga giù il mondo in quantità d’acqua!

Detto questo, augurateci buon viaggio, auguratevi che arriveremo in Umbria con tutte le ruote della macchina e, soprattutto, divertitevi con noi nel seguire la nostra pazza esperienza!

Post Author: laciccina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may also like

Una Domenica a Pieve di Cento

Quando Francesca mi ha chiesto se volevo far parte del

Sabato a Panzano, in Chianti

La cosa bella dell’abitare in Toscana è che, con poche