No, non sono una di quelle che si ricorda delle canzoni e dei cantanti solo quando muoiono. Anzi.

In genere ascolto musica per 15 ore al giorno, capita anche che a volte perda ore a conoscere canzoni mai sentite prima e ad approfondire alcuni artisti.

E’ capitato anche con Jannacci, per dire. Piuttosto di recente.

Lo conoscevo perché aveva fatto qualche canzone con Cochi e Renato (che io ADORO, specie dopo averli conosciuti e averci scambiato un po’ di discorsi seri, profondi, quasi drammatici) e poi perché la nonna mi cantava sempre “vengo anche io, no tu no!”.

Poi lo ammetto, una sera guardando Zelig mi capitò di ascoltare una canzone meravigliosa, che diceva quel genere di parole che vuoi sentirti dire da un amico quando sei un po’ giù di morale.

La cercai.

Da quel momento, dopo averla ascoltata per milioni di volte, l’ho reputata una canzone GENIALE.

Profonda e meravigliosa come poche altre.

 

Oggi che magnifica giornata
che giornata di felicità
la mia bella se n’è andata
m’ha lasciato al fine in libertà
Son padrone ancor della mia vita,
son padrone ancor della mia vita,
e goder la voglio sempre più:
ella m’ha giurato nel partir
che non sarebbe ritornata, ritornata…ritornata…

Vivere senza malinconia 
vivere senza più gelosia 
senza rimpianti, senza mai più 
conoscere cos’è l’amore 
cogliere il più bel fiore 
goder la vita e far tacere il cuore
Ridere sempre così giocondo 
ridere delle follie del mondo 
ridere finchè c’è gioventù 
perchè la vita è bella
e la voglio vivere senza tu. 

Spesso la commedia dell’amore
la tua donna recitar ti fa,
tu diventi allora primo attore
e ripeti quel che tu vorrai.
Sul terzo atto scende giù la tela
finalmente torna la realtà
e la sua commedia dell’amore
in una farsa transformata….trasformata sarà.

[momento geniale]

C’è il banjooo! c’è il banjo!!!

senza rimpianti, senza mai più
conoscere cos’è l’amore…
E ridere sempre così giocondo
ridere delle follie del mondo
e vivere finchè c’è gioventù
perchè la vita è bella
e la voglio vivere senza tu
vivere finchè c’è gioventù
perchè la vita è bella
e la voglio vivere senza tuuuuuu…
Vivere!…Spesso la commedia dell’amore,
spesso la commedia dell’amore…
Basta, basta !!

Bisognerebbe dedicare 5 minuti al giorno agli artisti, come Jannacci, che hanno fatto la storia della musica italiana.

Perché altrimenti si perdono perle come questa.

Post Author: laciccina

4 Replies to “Vivere senza malinconia”

  1. A seguito della sua morte è riemerso dai meandri contorti della mia memoria una sua canzone che ti suggerirei di ascoltare…se già non la conosci …si tratta di ” Io e te” …è del ”79 e parla dei ventenni….capisci perché la sento un po’ mia… È maledettamente attuale.

  2. Che Jannacci sia un genio musicale và bene, ma nel caso di “vivere” bè è una canzone del 1935.
    Perciò non vedo genialità particolari ma una rivisatizione nel suo stile.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may also like

Guarda fuori, alza gli occhi.

Sarà anche cominciato così il 2013. Cose belle, cose brutte,

L’inferno esiste solo per chi ne ha paura

Dio di misericordia il tuo bel Paradiso lo hai fatto

Livin tughedà

[pubblicato su solaconio.style.it] La notizia ha colpito un po’ tutti,