La voglia di estate si fa sentire insieme a quella del rilassarsi in acqua, col sole che ti coccola e i pensieri che si zittiscono per qualche minuto. Parlando con mio fratello delle acque meravigliose, limpide e quasi incredibili che abbiamo visto, c’è venuto in mente di fare questo post su un particolare angolo di mondo che ci ha colpiti. Se questo fosse un famoso gioco a premi televisivo, dove vi vengono proposte delle parole tutte legate tra loro da un filo comune, che dovete indovinare, sarebbe più o meno così:

Storia

Barriera corallina

Deserto

Tradizioni

Piramidi

  Indovinato?!  Effettivamente era facile. L’Egitto! Sì perché è sinonimo di storia millenaria condita da tradizioni e usi radicati in un ambiente da sogno, di tramonti senza tempo dal deserto Arabico al Mare Rosso, della mitica era dei faraoni e di un mare cristallino. Per coloro che amano il mare e il relax, l’Egitto è tra quei pochi posti al mondo che offre panorami mozzafiato sia sopra e specialmente sotto il livello dell’acqua.

 

Tra i motivi che legano mio fratello all’Egitto c’è sicuramente lo snorkeling: le immersioni subacquee anche in superficie, senza andare tanto sott’acqua. Ale ha iniziato a praticarlo qualche anno fa, proprio perché permette a chiunque sappia almeno galleggiare di vedere cose che in pochissime parti del mondo potrebbe osservare, senza nemmeno allontanarsi tanto dalla spiaggia del proprio hotel/resort. Non serve essere sub professionisti per godere del mondo sommerso del mar rosso, con lo snorkeling ci si ritrova immersi in un acquario con l’unica differenza che in questo caso siamo noi il “terzo incomodo”e di conseguenza il rispetto per ogni forma di vita (sia flora che fauna), è obbligatorio e severamente controllato dalle autorità. Traduzione: NON TOCCATE NIENTE!

 

 

Per chi predilige una vacanza per vedere l’ Egitto al naturale, si consiglia la zona di Marsa Alam e tutto il versante meridionale, dove anche i villaggi turistici si fanno sempre più radi e ci si ritrova immersi nel silenzio assordante del deserto Arabico che sposa il mar rosso più selvaggio. Le immagini che si vedono la mattina all’Alba ti restano impresse nella mente, ti cullano i pensieri e ti liberano l’anima da ogni preoccupazione. L’unica domanda che ti gira nella testa è: ma questa meraviglia qua, perché non la vediamo più spesso stando zitti, prendendoci qualche minuto ogni giorno e rilassandoci?

 

Come alloggio, senza dubbio il Tulip Beach Resort, direttamente sul mare, con tanto di pontile che vi fa avvicinare alla zona balneabile, data l’alta e la bassa marea tipica di queste zone. Anche in questa struttura vi sarà offerta qualsivoglia forma di escursione possibile e immaginabile, starà a voi scegliere cosa vedere ricordando sempre di valutare le distanze da compiere. Insomma, la zona di Marsa Alam ha tutto ciò che cercate se amate anche voi le immersioni e la pace degli animi. Non vi dimenticherete mai più di tutti quei meravigliosi pesci della barriera corallina, non scorderete più i crepuscoli sul mare, la sabbia bollente, la cordialità di chi abita da queste parti.

Quando tornerete e racconterete di aver visto il pesce balestra Picasso, magari qualcuno vi prenderà per scemi, ma chi è stato a Marsa Alam sorriderà e inizierete a parlare di quel magico angolo di mondo che è l’Egitto.

 

[post sponsorizzato]

Post Author: laciccina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may also like

Cosa fare a Prato a settembre

Se mi seguite sui social sapete che, da circa due

Palazzo Pretorio: una terrazza su Prato

Fra i post più letti del mio blog, con mio

Offerte per visitare l’Expo 2015 a Milano

Sono stata a visitare l’Expo di Milano qualche giorno fa,