Recentemente ho ricominciato a lavorare a Bologna e quindi sono tornata ad essere una pendolare incallita. Capita che ogni tanto porti con me il pranzo fatto a casa, per una questione di risparmio economico e soprattutto di tutti quei casini che ho ultimamente con l’alimentazione (vedi voce colite, intolleranze e via dicendo).

Capita però che decida anche di andare a pranzo fuori coi colleghi e devo proprio a loro la scoperta di questo ristorante di cui sto per parlarvi. In realtà non è un ristorante comune, è infatti collegato ad un museo, cioè il Museo di Arte Moderna di Bologna (appunto, Mambo!). La zona poi è centralissima, a 10 minuti a piedi dalla stazione centrale e ad altri 10 da piazza Maggiore.

Il ristorante si trova immediatamente accanto al museo e ve lo consiglio per 3 motivi:

1) La velocità: cosa da non sottovalutare quando si tratta di pause pranzo lavorative. Sono molto veloci e soprattutto i piatti sono di facile realizzazione (E saziano)

2) il costo: il prezzo è nella norma, fra gli 8 – 12 euro a pranzo comprendente di secondo piatto (abbondante) e acqua.

3) Il ristorante stesso: è molto carino ed è un luogo davvero semplice e accogliente. Da provare se si cerca un posto in cui fare un pasto veloce e gustoso, un po’ diverso!

Ho avuto modo di andarci spesso e provare più piatti, in ogni caso se proprio volete un consiglio, buttatevi sui secondi! Fanno anche delle belle insalate e per i più golosi ci sono anche degli ottimi dolci.

In questo locale la sera vengono fatti anche aperitivi e cene a tema, quindi è assolutamente un posto da tenere in considerazione!

 

Info:

http://www.mambo-bologna.org/

Via Don Minzoni, 14 – Bologna

Post Author: laciccina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may also like

Dove mangiare a Bologna: Il Panino

Avendo l’ufficio in zona stazione a Bologna, sono sempre alla

Azienda vinicola di famiglia: Agrisole a San Miniato

Quando sono andata a San Miniato per la Mostra Mercato

Le Vespe Cafe a Firenze: un posto perfetto per il brunch

Lo ammetto: non ho mai fatto dei veri e propri