Fra i post più letti del mio blog, con mio immenso stupore, ci sono quelli che riguardano la mia città natale, Prato. Non che la cosa mi dispiaccia, anzi, però mi fa capire che di persone interessata alle nostre opere ce ne sono!

Allora mi sono detta: devo per forza regalare altre chicche ai miei fedelissimi lettori, quindi oggi sono qui per svelarvi una recente novità di Prato: la terrazza di Palazzo Pretorio.

Il palazzo che si trova nel pieno centro della mia città, nasce alla fine del Duecento ed ospita al suo interno un museo, restituito alla città dopo anni di restauri. Le opere ospitate portano la firma di Filippo e Filippino Lippi e di Donatello, per esempio e fino ad oggi ha ospitato mostre interessantissime come “L’arte di gesso: la donazione Lipchitz a Prato” che ho avuto modo di visitare grazie alle Invasioni Digitali e ancora “Da Donatello a Lippi. Officina Pratese“, interessantissima anche perchè riguardava noi pratesi mooooolto da vicino!

Recentemente però è stata riaperta anche l’ultima vera grande chicca: la terrazza in alto, dalla quale si gode una visuale unica e mozzafiato. Ho avuto modo di visitarla in anteprima perché aprirà ufficialmente venerdì 4 settembre accompagnata da una serie di eventi imperdibili ma credetemi, quel che vedrete vi lascerà senza parole e anche increduli.

Tutto avrà inizio alle ore 18 con una visita guidata (su prenotazione) alla mostra “Il corpo e l’animae alla collezione del Museo con tappa finale in terrazza. La visita è gratuita, il biglietto d’ingresso costa 8 euro. E’ possibile prenotare la visita il 3 ed il 4 settembre. Sarete accompagnati dai responsabili del museo che vi guideranno alla scoperta di questa novità, indicandovi anche scorci indimenticabili (la mia guida si chiama Silvia e la ringrazio per la simpatia e soprattutto per avermi fatto notare una vera chicca che adesso vi racconto).

Se poi il 4 settembre siete in città per il concerto dei Negrita, sappiate anche che l’inaugurazione della terrazza alle 19 sarà accompagnata da interventi musicali a cura della Camerata Strumentale “Città di Prato” e della scuola di musica “Giuseppe Verdi”.

 

Dicevo della chicca vera e propria che mi ha fatto conoscere Silvia. Siete pronti?

Salite le scale della terrazza (attenzione, non c’è ascensore, ma le scale sono in tutto al massimo 15 e facilissime, ve lo dice una faticona!) e guardate subito alla vostra sinistra, dando la schiena alla porta. Noterete il Castello dell’Imperatore, Santa Maria delle Carceri, più indietro Piazza Mercatale, la Calvana e via discorrendo. Focalizzatevi tra Santa Maria delle Carceri e una gru (sì, ahimè c’è una gru nel mezzo, maremma bona!) che noterete (se quando ci andate la gru non c’è, prendete comunque la chiesa come punto di riferimento). Ecco. Ora è il momento di tirare fuori il binocolo se ve lo siete portato 😀 se non ci avete pensato (ma sicuramente dopo aver letto il mio post lo farete!) sforzatevi un po’, l’ho visto persino io che si sa, ci vedo poco!

Cosa ho visto?

Siete pronti? Il Duomo di Firenze!

Una visuale che nessuno mai prima di ora vi avrà svelato, perché è una chicca che abbiamo solo noi pratesi. E’ proprio così, sullo sfondo della mia meravigliosa Prato, noterete un’altra opera d’arte stupenda che custodiamo gelosamente in Toscana.

Quando vi dicevo che questa terrazza vi regalerà emozioni a cui nemmeno voi crederete, mi riferivo anche a questo.

Perché da lassù si vede tutto, non c’è distinzione di razza nè di lingua, non c’è una cultura che sovrasta l’altra, c’è solo una città bellissima che si mostra ai vostri piedi, che vi regala dieci minuti di sogni a cuor leggero. Vi sembrerà di vedere una città che si colora via via che ne scoprite i dettagli più nascosti e cosa c’è di meglio se non lasciarsi andare definitivamente e farsi conquistare da quel che i vostri occhi vi regalano?

Lasciate i pregiudizi giù all’entrata, fate spazio alla bellezza, la nostra piccola grande bellezza.

Info

Palazzo Pretorio

Sito web: Palazzopretorio.prato.it

Facebook:Facebook.com/palazzopretorioprato

Twitter: @palazzopretorio

Post Author: laciccina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may also like

I cantucci di Prato

Avete mai sentito parlare dei cantuccini toscani? Bene, oggi voglio

Cosa fare a Prato a settembre

Se mi seguite sui social sapete che, da circa due

Offerte per visitare l’Expo 2015 a Milano

Sono stata a visitare l’Expo di Milano qualche giorno fa,